Profilo
Titoli
Relazioni
Pubblicazioni
 

Dal 1° ottobre 2003 Claudio Gigante è professore di Letteratura italiana all’Université Libre de Bruxelles, in qualità di vincitore di un concorso a cattedra internazionale.


1. Inizi (preistoria)

Laureatosi nel marzo del 1995 in Lettere, con 110 e lode, all'Università degli studi di Napoli "Federico II", con una tesi sulla Gerusalemme conquistata (relatore: Dante Della Terza; correlatore: Giorgio Fulco) pubblicata l'anno dopo (Napoli 1996), Gigante è stato borsista della Fondazione “Natalino Sapegno” (Centro di studi storico-letterari di Aosta) per l'anno accademico 1995-1996.

Nel 1995 è risultato vincitore ex-aequo del Premio Tasso bandito dal Centro di Studi Tassiani di Bergamo per l'articolo Il sogno di Goffredo.


2. Prosieguo

Nel triennio 1996-1999 Gigante è stato dottorando di ricerca in Italianistica a Napoli, poi dottore di ricerca (aprile 2000). La tesi di dottorato, l'edizione critica del manoscritto autografo della Conquistata del Tasso, è stata in seguito pubblicata come volume dell'edizione nazionale del poeta.

Dal 2001 al 2003 Gigante è stato titolare di un contratto di ricerca presso la cattedra di Enrico Malato.

I frutti maggiori dell'attività di ricerca del periodo "italiano" (1995-2003) sono raccolti nei volumi Esperienze di filologia cinquecentesca (Roma 2003); T. Tasso, Giudicio sovra la 'Gerusalemme' riformata (ed. critica, Roma 2000); G. Savonarola Contro gli astrologi (Roma 2000); ma per un elenco completo vd. la sez. Pubblicazioni.


3. Lontano

Dal 2003 Gigante è professore all'Università francofona di Bruxelles (ULB). 

Negli stessi mesi concorre in Italia a un concorso per professore di seconda fascia, ottenendo l'idoneità all'Università di Catania: i due concorsi sono banditi nella primavera del 2003: la nomina a Bruxelles arriva già nel settembre (l'idoneità, conseguita comunque, giunge nel gennaio 2004).

Nel 2014 ha conseguito in Italia l'abilitazione di prima fascia (professore ordinario) per i settori 10/F1 (Letteratura italiana, critica letteraria e letterature comparate) e 10/F3 (Linguistica e Filologia italiana). 
L'abilitazione in entrambi i settori è stata conseguita da soltanto due candidati (cfr. abilitazione.miur.it/public/pubblicarisultati.php).

Dal giugno 2008 è membro del Consiglio scientifico del Centro Pio Rajna. Centro di studi per la ricerca letteraria, linguistica e filologica (Roma) e per il primo quinquennio fa parte anche del Direttivo.

Dal gennaio del 2009 è membro del Consiglio di Direzione della rivista « Filologia e Critica », dal 2012 della rivista «Studi tassiani». È nel comitato di direzione della collana «Destini incrociati» e condirettore de «Il secolo lungo. Letteratura italiana (1796-1918)» (entrambe edite da Peter Lang); è direttore dal 2013 della collana «Resoconti di Letteratura italiana» dell'editore Cesati (Firenze) e condirettore della collana «Studi e Saggi» della Salerno Editrice di Roma.

Negli anni accademici 2010-2011 et 2011-2012 Gigante ha tenuto, come professore invitato, corsi di Letteratura italiana e storia della critica all’Université de Nancy 2. Nel 2012-2013 e nel 2013-2014 all'Université de Lorraine.

Conferenze, relazioni, comunicazioni sono state tenute in Belgio, Italia, Francia, Olanda e Stati Uniti (vd. la sez. Relazioni).

Questa fase di vita e di ricerca, segnata dal congedo da tematiche tassesche (principalmente con i volumi Tasso, Roma 2007 e con l'ediz. del ms. della Conquistata, Alessandria 2010), ha prodotto numerosi contributi orientati in direzioni diverse: dalla letteratura religiosa (Dante, Carafa, Lubrano) al sempre amato Rinascimento (Della Casa, Guicciardini, Agostini, il maccheronico, Trissino), al Foscolo prosatore per giungere nell'ultimo triennio a una serie di ricerche sulla tradizione letteraria risorgimentale (da d'Azeglio a Gadda), ancora in corso. Un elenco grosso modo completo è nelle sezioni Relazioni e Pubblicazioni.

© Claudio Gigante | 26-04-2014 | un compteur pour votre site